CAMPO SAN MARTINO: PRESEPIO VIVENTE

Nell’Enciclica “Laudato si” Papa Francesco scrive al numero 13: “La sfida urgente di proteggere la nostra casa comune comprende la preoccupazione di unire tutta la famiglia umana nella ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale, poiché sappiamo che le cose possono cambiare. Il Creatore non ci abbandona, non fa mai marcia indietro nel suo progetto di amore, non si pente di averci creato. L’umanità ha ancora la capacità di collaborare per costruire la nostra casa comune”. Nel preparare il Presepio vivente di quest’anno vogliamo cogliere l’appello del Papa. Il Natale di Gesù è la prova dell’amore di Dio per ogni essere vivente; nonostante tutti i segnali di morte, guerra, odio, divisione, nonostante l’umanità sembra abbia deciso di autodistruggersi, noi crediamo ancora nella ferma volontà di bene e di amore che Dio ha nei nostri confronti. “Dio non si pente di averci creato” vogliamo affermare con il presepio vivente di quest’anno! Desideriamo offrire uno spunto di riflessione sulle meraviglie che il nostro pianeta offre perchè il progetto di amore del Creatore possa svilupparsi. A chi viene a visitarlo rinnoviamo l’invito di Papa Francesco: “Rivolgo un invito urgente a rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta. Abbiamo bisogno di un confronto che ci unisca tutti, perché la sfida ambientale che viviamo, e le sue radici umane, ci riguardano e ci toccano tutti”.